Sguardo sulle montagne

1

Nel cuore delle Alpi svizzere, lo studio di progettazione Clavienrossier con base a Ginevra ha progettato l’ampliamento di una casa in pietra aggiungendo due nuovi volumi in cemento colorato che hanno sostituito l’antico tetto a doppia falda.

La nuova addizione è caratterizzata da muri esterni sfaccettati, che si inclinano in diverse direzioni concentrando l’attenzione dell’osservatore sulle finestre che si aprono sul paesaggio circostante.

Le aperture all’ultimo piano svolgono un ruolo fondamentale nel gioco movimentato delle facciate di questa casa, coniugando un’esigenza estetica che vuole differenziare questo intervento dalle abitazioni circostanti, e dall’altro risponde alla volontà dei progettisti di portare una grande quantità di luce all’interno della casa.

Tradizionalmente infatti le case di montagna non presentano grandi finestre, per ridurre al minimo l’ingresso del freddo durante l’inverno. Oggi, grazie alle alte prestazioni dei serramenti, i progettisti sono stati in grado di offrire ai clienti delle grandi vetrate in cui la luce entra con ancora maggiore facilità grazie ai muri inclinati delle facciate esterne che fanno confluire la luce verso le aperture, garantendo alle stanze interne una luce abbondante e diffusa.

Un’altra peculiarità di questo progetto è la circolazione all’interno dell’abitazione, in modo particolare nelle camere all’ultimo piano, che non presenta corridoi ma una serie di aperture poste vicino alle pareti esterne permettono di compiere un percorso circolare da una camera all’altra, guadagnando così più spazio per le camere da letto.

4

2

5

3

6

7

8

Foto di Roger Frei.

***

Visita il nostro sito www.cetos.it

cetos-firma-v4

 

Be first to comment