Un muro di luce

prima2

Questa abitazione, progetta dall’architetto giapponese Hiroshi Nakamura, è situata tra due alti edifici che si affacciano su una trafficata strada nel centro della città di Hiroshima.

Allo scopo di garantire un certo grado di privacy agli abitanti è stata scelta una soluzione atipica e per nulla scontata. Una grande parete composta da tanti blocchi di vetro fornisce un primo filtro contro il rumore della città. Un secondo filtro è rappresentato da un ampio giardino in cui trovano posto alti alberi, visibili sia dal marciapiede sia da ogni stanza della casa.

Uno scenario di quiete e silenzio in cui la luce del sole, passando attraverso la parete vetrata e le chiome degli alberi, crea pattern luminosi sempre diversi e ammanta l’intera abitazione di un aura quasi spirituale. La vasca d’acqua presente nel giardino collabora alla creazione di riflessi, che dialogano perfettamente con i giochi di luce delle tende esterne in materiale plastico trasparente, che muovendosi creano riflessi simili a quelli di bolle di sapone.

Gli interni si contraddistinguono per le loro forme semplici e pulite le cui superfici sono studiate per accogliere la luce proveniente dall’esterno.

L’attenzione per i dettagli e le atmosfere che si vengono a creare in questa casa conferiscono a questo progetto un aura quasi spirituale che sembra trasportarci in un giardino zen immerso in un bosco di aceri e frassini.

2

3

4

5

6

7

Foto courtesy of Hiroshi Nakamura

***

Visita il nostro sito www.cetos.it

cetos-firma-v4

 

 

 

Be first to comment