Ottimizzare le risorse ed ampliarne le possibilità

Una soluzione che ha consentito di raddoppiare lo spazio originale – 85 mq – l’intervento di estensione portato a termine dall’architetto Jochen Specht, per il progetto di ammodernamento di questa casa degli anni ’60 che sorge su una delle colline di Dornbirn. L’edificio originale è stato sventrato, eliminandone gli infissi obsoleti e le estensioni, conservandone tuttavia le originai pareti in pietra, sulle quali ora si erge la nuova facciata in legno scuro, corredata da numerose ed ampie finestre, che si aprono secondo diverse altezze, incorniciate in legno ed alluminio, sotto un tetto spiovente. All’interno, aperture ricavate attraverso le immacolate pareti, si fondono con le stanze esistenti, creando nuovi ed ariosi spazi abitativi. Le antiche finestre sono state così trasformate in passaggi che metto in comunicazione il vecchio col nuovo, che si differenzia per le superfici in legno chiaro, contrastando con l’originale pietra. Un progetto che ha mirato fin dall’inizio alla conservazione, per ottimizzare le risorse presenti ed ottenere un migliore spazio vitale.

Foto di Adolf Bereuter.

***

Visita il nostro sito www.cetos.it

cetos-firma-v4

Be first to comment