Expo 2015: architettura naturale

Proclamato vincitore del concorso internazionale indetto da Expo 2015 S.p.a. e premiato nell’aprile 2013, il progetto presentato dal raggruppamento composto da Nemesi & Partners S.r.l., Proger S.p.A., BMS Progetti S.r.l. e Ing. De Santoli si presenta come una “foresta urbana”, in cui la struttura architettonica diventa parte integrante del paesaggio, in grado di scambiare energia con l’ambiente circostante. Cuore del progetto è la costruzione di Palazzo Italia, padiglione costituito da quattro blocchi disposti attorno a una piazza centrale, simbolo di una convivialità tipicamente italiana. Le aree espositive, sviluppate secondo il concept di un’architettura viva e interattiva, si apriranno ai visitatori come le fronde di un bosco da scoprire e attraversare, comprendenti una chioma di pannelli fotovoltaici, che costituiscono uno dei tratti fondamentali dell’ecosostenibilità del progetto. Diversamente da Palazzo Italia, destinato a divenire architettura permanente, l’area del Cardo, in cui troveranno ubicazione le aree espositive temporanee, sarà realizzata da edifici prefabbricati. La visita ad Expo si trasformerà in questo modo anche in un’esperienza sensoriale ed emozionale in cui architettura e tecnologia si fondono per dare luogo ad un organismo vivente, energicamente sostenibile.

***

Visita il nostro sito www.cetos.it

cetos-firma-v4

Be first to comment