Un rifugio musicale a misura di pianoforte

Come è noto ai musicisti, non è poi così semplice potersi esercitare nella propria casa in assoluta tranquillità: si rischia sempre di disturbare il vicinato, specialmente in determinate fasce orarie. Ma se si possiedono le risorse necessarie, creare uno spazio dedicato esclusivamente alla musica non è certo impossibile. È successo in Giappone, a Nagoya, dove lo studio NI & Co. Architects ha realizzato “Piano House”: una piccola abitazione insonorizzata, dove i proprietari possono ritirarsi per suonare i propri strumenti.

Immersa in una zona residenziale, circondata da alti edifici,  “Piano House” possiede una struttura estremamente semplice, con una muratura esterna di colore viola ed un interno in legno. Il tetto, asimmetrico, è molto basso e raggiunge l’altezza sufficiente a consentire l’apertura di una porta di ingresso, sormontata da una finestra. Da qui si accede ad un corridoio, creato da una parete divisoria, che si piega a metà strada per condurre ad una sala che ospita un pianoforte a coda ed uno verticale. Questo percorso, descrive una sorta di spirale, in modo da creare continuità tra lo spazio esterno e quello interno, consentendo inoltre alla musica di essere percepibile in modo nitido in tutto l’interno. Le pareti interne sono state infatti realizzate combinando i materiali necessari a migliorarne l’acustica, rendendola al tempo stesso insonorizzata. Proseguendo lungo la spirale si trovano inoltre un piccolo bagno ed un angolo cucina. L’illuminazione interna è affidata ad un cluster di lampade a forma di globo pendono dal soffitto, diffondendo la luce attraverso le superfici traslucide creando un’atmosfera calda e conciliante.

 

Foto di Hiroshi Tanigawa.

1 Comment

  • marzo 28, 2014

    Giannantonio

    Mi sembra una soluzione meravigliosa!

Leave a Reply