L’almanacco dell’architetto

renzo-piano-academy-of-science1Due volumi, 1300 pagine in grande formato, 5mila immagini, i più importanti fotografi di architettura, i disegni originali dello studio RPBW – Renzo Piano Building Workshop – e oltre 400 studi di architettura da tutto il mondo per la realizzazione di un testo da avere in libreria per i professionisti e per i semplici appassionati di architettura.

“L’Almanacco dell’Architetto” ha l’obiettivo di affrontare la sfida dell’architettura contemporanea legandola ai temi della sostenibilità, delle fragilità della Terra e della leggerezza. Per questo il primo volume, intitolato “Viaggi nell’architettura”, racconta un modo diverso per osservare le opere architettoniche: Renzo Piano e suo figlio Carlo hanno intrapreso un viaggio in mongolfiera, uno spostarsi lento, ecologico che lascia il tempo di osservare e regala una visione originale dei lavori di Piano tra Berlino, Parigi, New York e la Nuova Caledonia.

 

Il secondo volume, “Costruire l’architettura”, è strutturato in nove sezioni che abbracciano progressivamente e idealmente tutte le fasi della costruzione di un edificio: partendo dalla fondazione, la struttura in elevazione, l’involucro, la copertura, l’ambiente interno, gli impianti fino all’ambiente esterno, in termini di paesaggio e di spazio urbano. Una ricca selezione di progetti di architettura contemporanea approfondisce e accompagna ciascuna sezione dell’almanacco.

 

Sono coinvolti un gruppo di architetti e ingegneri, indicati da Renzo Piano, le cui voci, in modo corale, esprimono un punto di vista tendenzioso e deliberatamente di parte sull’architettura: Giovanni Calabresi, Lorenzo Jurina, Marco Sala, Massimo Majowiecki, Gianni Ottolini, Federico Butera, Giovanni Scudo, Fabio Casiroli e Federico Bucci.

 

almanacco dell architetto

zentrum_paul_klee_bern_renzo_piano

Scheggia_Londra_Renzo_Piano

 

 

 

 

Be first to comment