Casa nella casa

r0182-web_full

 

Protagonista di questo progetto  è un edificio rurale tradizionale Boemo del diciannovesimo secolo ridotto sostanzialmente ad un rudere da trasformare, su richiesta dei committenti in abitazione.

 

Facendo ricorso ad un pensiero radicale della teoria del restauro i progettisti, a2f architekten, decidono di non toccare l’esistente, mantenendolo nella propria integrità di memoria storica ed inoltre di sfruttare in modo intelligente la potenza poetica ed evocativa della rovina.

 

Partendo dal presupposto che è impossibile mantenere l’identità di un tipo di costruzione del genere e adeguarla ad un comfort abitativo contemporaneo, viene costruito all’interno dell’edificio esistente in pietra un altro edificio più leggero in legno, tecnologicamente efficiente.

 

Tra i due edifici si genera uno spazio interstiziale ibrido che aumenta le prestazioni energetiche dell’edificio. Grandi aperture consentono un abbondante illuminazione e sottolineano attraverso le viste, anche dall’interno, la particolare conformazione dell’edificio.

 

r0116-web_full

r0068-web_full

r0011-web_full (1)

Be first to comment