Tecnologia e dialogo

HA_CASA_GAROZA_JAVIER_CALLEJAS_BR_20_full

Casa Garoza è concepita come il prototipo di una creazione industriale adattabile alle esigenze dei propri utenti. I materiali di finitura, la forma e distribuzione delle aperture possono essere cambiate mentre il concetto di integrazione per contrasto piuttosto che per mimesi è un impostazione base permanente. Questa casa non acquisisce un terreno né intende modificare lo spazio su cui si trova.

Il progetto si basa sulla composizione di moduli 3m, la cui misura dipende dalle limitazioni per il trasporto stradale. L’idea è quella di poter trasportare la casa sul posto in un giorno. Il modulo ha caratteristiche tecnologiche avanzate, riscaldamento a pavimento, domotica, un’impiantistica tecnologica e sostenibile.

 

Importante caratteristica è che la casa si sostiene su pochi punti lasciando libero il terreno, senza interrompere i naturali flussi e cicli biologici a causa delle fondazioni. Inoltre le fasi di costruzione,concludendosi sul posto in un giorno non incidono troppo sull’ambiente circostante.

 

Concepito quasi di più come un gesto artistico che come un opera di architettura, è un oggetto tecnologico inserito in natura. Mentre nell’architettura classica il fenomeno di costruzione segue l’idea di appropriazione di un luogo, l’idea è che questo oggetto-architettura intraprenda un dialogo con esso, rimanendone in qualche modo estraneo.

 

HA_CASA_GAROZA_JAVIER_CALLEJAS_BR_08_full

HA_CASA_GAROZA_JAVIER_CALLEJAS_BR_06_full

HA_CASA_GAROZA_JAVIER_CALLEJAS_BR_14_full

HA_CASA_GAROZA_JAVIER_CALLEJAS_BR_17_full

Be first to comment