Il ristorante Stork ad Amsterdam

simone_DSC2658_web_full

Un vecchio capannone industriale di 1100 mq, in uno dei punti più belli sul lungomare di Amsterdam, è stato trasformato da Cube Architects in un caffè e nel più grande ristorante di pesce d’Europa.

 

Il ristorante Stork è pioniere del progetto “De Overkant” (l’altro lato) dove un vecchio complesso industriale composto da diversi edifici si trasforma in un’area vivace per le imprese creative, ristoranti, eventi, attività culturali. La zona è il lato nord del grande canale che divide in due parti Amsterdam, poco frequentata in passato, negli ultimi anni improvvisamente riscoperta.

 

Ai Cube Architects è stata commissionata l’intera riqualificazione della zona che in totale conta 30.000 mq di spazi industriali da recuperare nei prossimi 15 anni.

 

Il ristorante è stato il primo intervento. Le facciate originali avevano solo finestre in alto, il primo intervento è stato la creazione di grandi aperture con grandi serramenti apribili. Questo intervento ha dato molta luce all’interno della fabbrica, ha creato una spettacolare vista sul porto e fornisce un facile accesso alla terrazza sul porto d’estate.

 

Per gli interni e l’arredo si è fatto uso di molti oggetti ri-utilizzati come enormi segmenti di tubature in calcestruzzo, vecchie bobine per cavi di un’azienda vicina, e pallet di legno. Il grande bar centrale è posto tra la parte più informale e la zona ristorante. In questo modo l’enorme spazio è suddiviso in diverse aree e atmosfere.

simone_DSC2594_web_full

simone_DSC2604_web_full

simone_DSC2656_web_full

simone_DSC2612_web_full

simone_DSC2583_web_full

Be first to comment