Un brillante pensiero al negativo

cetos-cross-street
(foto di Helen Fickling)

Intervenendo in un edificio esistente, un palazzo vittoriano a Londra, Paul Archer design, ribalta il concetto di ampliamento, scavando al di sotto della struttura esistente e realizzando un giardino in negativo ed un ampliamento, al di sotto del piano stradale.

L’ampliamento all’edificio, che affaccia sul giardino, è un elemento a doppia altezza completamente vetrato, che ospita, in modo ancora una volta inconsueto, al piano terra la zona notte, e al piano superiore la zona giorno, che sarà quella a ricevere più luce.

Un corpo indipendente esce dall’edificio al piano superiore ed attraversa il giardino, quasi sospeso. È la cucina. È proprio questo elemento a giocare il ruolo fondamentale di unione indissolubile tra i due spazi interno-esterno, contaminandoli.

L’immagine che ne deriva è quella di una piccola giungla urbana, vecchie mura ricoperte di vegetazione rampicante, l’intimità del giardino a terrazzamenti, e questa scatola di vetro che si inserisce con grande leggerezza regalando a chi la vive l’emozione di non avere confini tra interno ed esterno, pur restando protetto.

Un brillante pensiero al negativo che regala spazio, luce, intimità ed eleganza.

cetos-cross-street-2

cetos-cross-street-4

cetos-cross-street-3

cetos-cross-street-5

Be first to comment