Micro appartamenti: una buona idea?

Si stima che il 2010 è stato l’anno in cui le popolazioni della Terra vivono più in città che fuori città. Questo da quando le “città” esistono, cinque millenni fa in Egitto e Mesopotamia. L’urbanesimo si è compiuto, più di metà della popolazione è cittadina, e il fenomeno non sembra essere reversibile.

Oggi sono sempre di più le persone che preferiscono vivere nelle grandi città. Le ragioni possono essere tra le più svariate: maggiore offerta di lavoro, strutture ricreative per il tempo libero, scuole, e altro. Ma, in tempi di crisi, sono pochi coloro che possono permettersi gli alti affitti dei centri metropolitani.

A luglio scorso, il sindaco di New York Michael Bloomberg ha indetto un concorso per architetti volto a realizzare micro appartamenti con una superficie tra i venticinque e i ventotto metri quadri. Un modo per garantire una casa adatta alle esigenze di single e coppie di conviventi, a costi accessibili.  Oltre ad essere accoglienti, comodi e intimi, dotati di bagno e cucina, zona letto e zona pranzo, i micro-appartamenti dovranno avere un sostanziale accesso all’aria e alla luce, per creare un senso di apertura.

Questa settimana anche il consiglio comunale di San Francisco ha approvato un emendamento per incentivare la costruzione di micro appartamenti come valida alternativa per anziani, giovani e studenti che non possono sostenere i costi di un appartamento o che, semplicemente, non hanno voglia di condividere gli spazi con altre persone.

L’Italia non è estranea a questa nuova tendenza e, così, proliferano annunci di loft, monolocali e bilocali soppalcati nelle metropoli del Bel Paese. Spesso, chi sceglie soluzioni di questo tipo rinuncia ad appartamenti spaziosi, preferendo i vantaggi di una sistemazione in pieno centro a una roomy house.

In effetti, anche 25 metri quadri, se sfruttati bene, possono essere uno spazio ben vivibile. Basta fare la scelta giusta, individuando prodotti su misura, di design e qualità. Semplici elementi strutturali come una scala o un parapetto possono diventare complementi di arredo ed offrire tutti i comfort di un appartamento più spazioso.

Be first to comment